PENNE-LANCIANO 1-1: BOCCONE AMARO IN PIENO RECUPERO PER I ROSSONERI

Lanciano beffato nel finale dopo aver dominato a lungo il match

Lanciano fermato sul pari al “Comunale” di Penne: il match tra vestini e frentani termina 1-1 con i rossoneri che si sono visti sfuggire di mano una vittoria cullata per oltre cinquanta minuti di gioco. Primo tempo estremamente positivo per i ragazzi di mister Di Pasquale: le numerose pesanti assenze, in ultima quella di Miccichè accompagnata da quella di Minchillo, non lasciano strascichi nella prima parte di gara che vede un Lanciano pienamente in controllo del match anche dopo il vantaggio trovato con il penalty realizzato da Quintiliani. I primi graffi sul match sono proprio di marca rossonera con il tentativo di Rodia bloccato senza patemi da D’Amico e con la zampata in mischia di Lucarino che non sortisce però gli effetti sperati poco prima della mezz’ora. La risposta del Penne è tutta nella discesa di Reale sulla sinistra che si chiude con una conclusione fuori misura. Il Lanciano torna in avanti a ridosso del crepuscolo della prima frazione con Di Rocco, bravo a seminare il panico sulla sinistra ed a guadagnarsi il rigore trasformato poi in maniera impeccabile da Quintiliani. Quinto centro in campionato per la mezz’ala rossonera, sesto stagionale con il goal nel primo turno di Coppa Italia a Cupello. L’approccio dei frentani nella ripresa sembra essere altrettanto positivo: i rossoneri vanno vicini al raddoppio in due occasioni con Gragnoli e Shipple, ma in entrambi i casi la mira non è delle migliori; nell’ultima mezz’ora c’è però un calo evidente dei ragazzi di mister Di Pasquale che prestano il fianco alle sortite dei padroni di casa che si fanno sempre più pericolose col passare dei minuti: al 18’ occasione colossale per Cacciatore che, a tu per tu con Forti, si lascia ipnotizzare dal giovane portiere frentano. Sempre Forti è prodigioso al 38’ sul destro a botta sicura di D’Addazio respinto in tuffo. L’occasione è però il preludio al goal del pareggio che arriva nella più beffarda delle maniere: in pieno recupero Leccese si guadagna di mestiere una punizione dal limite dell’area dalla quale Calderaro disegna una traiettoria imprendibile anche per il superlativo Forti. Un 1-1 che, seppur maturato in maniera amara, rispecchia i valori visti nel match di oggi al “Comunale”. Poche ripercussioni anche in chiave Playoff per il Lanciano: rossoneri sempre secondi in classifica con distacco immutato sulle inseguitrici. Testa ora al match di domenica prossima al Biondi contro i Nerostellati a caccia di punti salvezza.

PENNE (4-3-1-2): D’Amico, D. D’Intino, Reale, Urruty, Ranalli, D’Addazio, Grande (22’ st Di Fazio), Rossi, Leccese, Cacciatore (37’ st Coletta), Calderaro. A disposizione: G. D’Intino, Colangeli, Zenone, Cutilli, Del Ponte, Savini, Serti.

Allenatore: Fabio Iodice.

LANCIANO (4-3-3): Forti, Caniglia, De Santis, Sassarini, Lucarino, Natalini, Di Rocco (35’ st Marfisi), Shipple, Gragnoli, Quintiliani, Rodia. A disposizione: Di Vincenzo, Surugiu, Minchillo, Miccichè, Zela, Ciaccio, Petrone, Cicolini.

Allenatore: Giuseppe Di Pasquale.

Arbitro: Matteo Dal Zilio di Treviso.

Reti: 40’ pt Quintiliani, 46’ st Calderaro.

Ammoniti: Rossi e Ranalli per il Penne; Quintiliani e Rodia per il Lanciano.

Spettatori: 200 circa.