PAGLIETA-LANCIANO 1-1: PRIMO PAREGGIO STAGIONALE PER I ROSSONERI

Al vantaggio di Petrone risponde Bosco allo scadere, battuta d’arresto per i frentani

Il tempo uggioso e la nebbia rispecchiano una prestazione opaca del Lanciano sul campo del Paglieta: una partita maschia, caratterizzata da rarissimi sprazzi di bel gioco e che alla fine premia la buona gara difensiva disputata dai padroni di casa. Si arriva al match dopo una settimana tribolata, con il caso biglietti che ha tenuto banco fino alla vigilia: la decisione di rimettere i tagliandi a prezzo “di norma”, infatti, arriva soltanto nel sabato pomeriggio antecedente alla partita, e non sorbisce alcun effetto sul tifo organizzato rossonero che decide ugualmente di non entrare e di sostenere la squadra fuori dalle mura del Comunale. “Nessuna speculazione”, questo il messaggio trasmesso dalla Curva Sud Ezio Angelucci, ma l’ostruzionismo spesso ostinato in campo dagli avversari del Lanciano la dice lunga su quale possa essere l’atteggiamento nei confronti del club rossonero.

I primi minuti del match si giocano prevalentemente a centrocampo, con il Lanciano che fa la partita ma in maniera meno fluida del solito, complice anche un Paglieta che si difende in maniera ordinata ed un campo di dimensioni nettamente inferiori a quelle del Guido Biondi. Il primo squillo tuttavia è di marca rossonera: al 13’ Boccanera affonda sulla destra e crossa in area per Tarquini che conclude alto. Al 15’ ci prova Natalini in azione personale, ma la sua conclusione dai 30 metri si spegne sul fondo. Tra il 28’ e il 33’ Antonio Petrone sfiora per tre volte la rete, ma i suoi tentativi sono di poco fuori misura. Al 41’ l’occasione più significativa della prima frazione: Lorenzo Sardella si accentra da destra e conclude con un sinistro a giro da 25 metri che scheggia l’incrocio dei pali. La ripresa si apre sulla falsa riga della prima frazione, con il Lanciano che aumenta la pressione anche in virtù di un calo fisico dei padroni di casa: al 14’ Sardella si fa ipnotizzare dall’estremo difensore biancazzurro dopo aver ricevuto la sponda di capitan Di Gennaro. E’ il preludio di quello che accadrà 60 secondi dopo quando Shipple si invola sulla fascia sinistra e serve l’accorrente Petrone che trafigge il portiere con un fendente rasoterra. Per il motorino del centrocampo frentano è il quarto centro stagionale. Il Lanciano ha più volte l’occasione per chiudere la partita, prima con Tarquini, poi con Di Gennaro, ma il Paglieta regge alla pressione. Al 90’ la beffa: un calcio d’angolo da destra viene ribattuto dalla retroguardia ospite; sulla seconda palla si avventa L.Bosco che dai 30 metri conclude con un sinistro di controbalzo imprendibile per Di Vincenzo. Il più classico dei tiri della domenica lascia il Lanciano con l’amaro in bocca e permette all’Ortona di accorciare il gap con la capolista, seppur con una partita in più.

Primo pareggio stagionale per i ragazzi di mister Del Grosso, che ribadisce per l’ennesima volta come in questo campionato non ci sia nulla di scontato. L’attenzione dei frentani è ora già rivolta alla gara interna di domenica prossima contro il Roccaspinalveti, match cruciale per la ripresa della corsa verso l’obiettivo.

#forzalanciano #amorepersempre #frentani