LANCIANO-CUPELLO 1-1: ROSSONERI AI QUARTI

Apre Minchillo, Lanciano raggiunto su rigore nei minuti di recupero

Lanciano fermato sul pari dalla Virtus Cupello nel ritorno del primo turno di Coppa Italia. Rossoneri che approdano ai quarti dopo il 2-0 dell’andata e che ora si proiettano al debutto in campionato in programma domenica prossima a Castelnuovo Vomano.

I frentani partono fortissimo trovando immediatamente il vantaggio con Christian Minchillo: il numero sette si regala un esordio da incorniciare insaccando in rete da due passi su assist del compagno di reparto Polisena. La risposta rossoblù arriva al quarto d’ora con il tentativo alto di Tafili. Al 21’ grande occasione per il Cupello con Fasoli che spedisce alto da ottima posizione. Nel finale di tempo è il Lanciano a sfiorare a più riprese la rete del raddoppio, ma prima Shipple e poi Verna non riescono a centrare il bersaglio grosso.

La seconda frazione si apre con il destro di Fulvi bloccato a terra da Forti. Il Lanciano allenta la pressione e gli ospiti ne approfittano, ma Forti si supera deviando in angolo con il piede la conclusione di Battista a tu per tu con lo stesso portiere rossonero. Poco prima della mezz’ora è ancora Forti a deviare in angolo con un bel colpo di reni la conclusione dalla distanza di Antenucci. Girandola di cambi da un lato e dall’altro e Lanciano vicino al raddoppio con Gragnoli che spedisce fuori di poco su invito da destra di uno scatenato Shipple. Al 42’ Petrone si vede strozzare in gola l’urlo del goal dal salvataggio sulla linea di Troiano sul suo destro potente a botta sicura sempre su assist di Omar Shipple. La fatidica dura legge del goal si concretizza ai danni dei rossoneri quando il direttore di gara De Gregorio concede un calcio di rigore agli ospiti per un contatto giudicato irregolare fra Boccanera e Battista a ridosso della linea dell’area dell'area di rigore. Dal dischetto va Perrella che sceglie la soluzione centrale e trafigge Forti per il goal dell’1-1 finale in pieno recupero.

“Sono contento dei primi trenta minuti – commenta mister Lucarelli in sala stampa – abbiamo approcciato bene ed abbiamo creato molto tenendo costantemente in mano il pallino del gioco. È difficile restare concentrati per novanta minuti quando hai la qualificazione sostanzialmente in pugno in virtù anche del risultato dell’andata – prosegue il tecnico frentano all’esordio assoluto sulla panchina rossonera – ed è qui che bisogna migliorare; abbiamo concesso troppo e abbiamo abbassato la tensione esponendoci a pericoli che si potevano evitare. Guardo comunque il bicchiere mezzo pieno perché lavoriamo insieme da pochi giorni ed i ragazzi mi hanno dato risposte positive; tuttavia – sottolinea il mister – ci vorranno una quarantina di giorni per far sì che si veda il vero Lanciano di Lucarelli. Ringrazio i tifosi – chiosa il trainer – sono venuti a sostenerci nonostante la partita fosse ben indirizzata dall’andata, con la Serie A in contemporanea e con la festa in centro; spero di ripagarli con dei grandi risultati il prima possibile”.

 

LANCIANO (4-3-3): Forti, Caniglia (10’ st Malvone F.), De Santis (25’ st Tidiane), Sassarini, Lucarino (22’ st Boccanera), Natalini, Minchillo (Gragnoli 19’ st), Verna (17’ st Petrone), Polisena, Quintiliani, Shipple.

A disposizione: Di Vincenzo, Del Bello, Zela.

Allenatore: Alessandro Lucarelli.

VIRTUS CUPELLO (3-5-2): Tascione (34’ st Bellano), Antenucci, Berardi, Diaminuta (20’ st Scaglione), Troiano, Dinielli, Fulvi (10’ st Perrella), Tafili, Fasoli (29’ Bevilacqua), Capitoli (1’ st Claudio), Battista N.

A disposizione: Acquarola, Di Filippo, Battista S., Di Nocco.

Allenatore: Panfilo Carlucci.

Arbitro: Mattia De Gregorio.

Reti: Minchillo 3’ pt.

Ammoniti: Lucarino, Polisena, Troiano, Claudio, Natalini.

Spettatori: 500 circa.