LANCIANO-APRILIA 1-0: ROSSONERI BELLI DI NOTTE NELLA SECONDA USCITA STAGIONALE

Il cucchiaio di Quintiliani accende le luci al Biondi e regala un successo di prestigio contro un club di Serie D

Il Lanciano si aggiudica con merito l’amichevole disputata con il Racing Aprilia di fronte ai circa 500 spettatori del Biondi e una curva sud che ha incitato per tutti i novanta minuti i propri beniamini. I rossoneri, come il pubblico, sono apparsi già in forma campionato, quantomeno mentalmente. A decidere la gara è stato un rigore di Quintiliani nella ripresa, che il numero 7 dei frentani ha trasformato con il classico “cucchiaio”.

Nel primo tempo meglio gli ospiti, guidati dalla regia dell’ex nazionale uruguaiano Ruben Oliveira. Nonostante la leggera supremazia territoriale, l’Aprilia non è mai stato eccessivamente pericoloso, perché il Lanciano ha sempre chiuso bene gli spazi e serrato a dovere le fila nelle retrovie.

I biancazzurri sono andati vicini al goal con Crescenzo al 16’, che si è inserito su un lancio di Lapenna e di fronte a Di Vincenzo ha sfiorato il palo alla destra del portiere. Prima del riposo l’occasione migliore dei frentani è stata di Sardella, pescato in area da Sassarini: l’esterno rossonero si è liberato del diretto marcatore ma da distanza ravvicinata non ha centrato la porta.

Dopo l’intervallo Lanciano più propositivo e subito più insidioso. Passano due minuti e Sassarini impegna il portiere in angolo con un tiro dal limite. Al 19’ arriva il gol decisivo: Shipple entra in area e viene atterrato da Putti, l’arbitro indica il dischetto e Quintiliani trasforma. I rossoneri sfiorano il raddoppio un paio di volte su contropiede, mentre un altro rigore apparso abbastanza evidente viene negato quando il portiere ospite atterra Polisena lanciato a rete.

È sempre Polisena a legittimare il vantaggio al 36’, quando in contropiede, servito da Verna, colpisce il palo alla destra dell’estremo difensore. Nel finale sale invece in cattedra Forti: al 39’ il giovane portiere rossonero, che a inizio ripresa ha sostituito Di Vincenzo, nega a Oriano la gioia del pareggio, salvando così il risultato.

FORMAZIONE LANCIANO (3-4-3): Di Vincenzo (5’ st Forti); Caniglia, Lucarino, Natalini, De Santis (1’ st F. Malvone); Quintiliani, Sassarini (35’ st E. Zela), Verna (38’ st Luciani); La Selva (1’ st Shipple), Gragnoli (8’ st Polisena), Sardella (10’ st Cianci). A disposizione: Tidiane, Giangiulio, A. Fiammenghi