A&S MONTESILVANO-LANCIANO 2-3: I ROSSONERI VOLANO SULLE ALI DI “MICCIGOAL”

Prima vittoria in trasferta con la rete di Verna e la doppietta di Micciché

Il Lanciano espugna Montesilvano al termine di una partita caratterizzata da un’altalena di emozioni e da una prestazione positiva da parte dei rossoneri che, complice un calo di tensione nel finale, rischiano di essere beffati dai padroni di casa rimasti in nove a causa di due espulsioni nel corso della ripresa. La formazione del Lanciano è la stessa di domenica scorsa, l’unico cambio è in mezzo al campo dove lo squalificato Sassarini viene rimpiazzato ottimamente da un redivivo Verna.

La partenza dei rossoneri è aggressiva e porta al vantaggio dopo appena quattro minuti proprio con Verna che castiga Palena con un destro piazzato dal limite dell’area su assist di Petrone. Quattro minuti più tardi ci sarebbe l’occasione per l’immediato raddoppio, ma Palena devia in angolo la conclusione di Gragnoli a seguito di un contropiede magistrale guidato da Micciché. Lanciano in piena gestione dell’incontro e vicino ancora una volta al raddoppio al minuto 19 con Micciché che sfiora il palo con un destro a giro da venti metri. I primi squilli verdeoro arrivano poco dopo la mezz’ora con il destro di Marrone bloccato facilmente da Forti, ed ancora pochi minuti più tardi con la rovesciata di Maiorani che si stampa sulla traversa con Forti che sembrava potesse comunque arrivare sul pallone.

La seconda frazione si apre con lo stesso piglio della prima, con il Lanciano che va subito vicino al goal con Quintiliani che conclude di poco a lato da 25 metri. Al 5’ grande occasione per i rossoneri, con Palena che si oppone con la gamba al destro di Gragnoli dopo la combinazione con Micciché. Sul corner seguente è Natalini a sfiorare la rete con un colpo di testa da distanza ravvicinata che non inquadra lo specchio della porta. Al 10’ viene annullato un goal a Micciché per sospetta posizione di fuorigioco. Al 15’ prosegue il monologo rossonero con Shipple che sfiora il palo alla destra di Palena con un sinistro a giro dopo un numero al limite dell’area. Al 16’ si rivede la squadra di casa con Catenaro che conclude in mischia tra le braccia di Forti. Due minuti più tardi, nel miglior momento del Lanciano, l’Acqua e Sapone trova il goal del pareggio con Petito che trafigge con un colpo di testa preciso l’incolpevole Forti. Non c’è tuttavia contraccolpo per Natalini e compagni, ed al 21’ Marrone viene espulso per doppio giallo dal direttore di gara a seguito di un fallo tattico su Shipple quando i frentani erano lanciati in contropiede. L’inferiorità numerica verdeoro è un invito a nozze per il Lanciano che sfiora la rete con Shipple al 24’ prima di trovarla con Micciché che batte Palena con un sinistro a incrociare da posizione defilata dopo una grande giocata nello stretto. Il settore ospiti esplode e Micciché si scatena trovando una meravigliosa doppietta al 31’ con un destro a giro dal limite dell’area su assist di Verna. Terza rete in due partite con la casacca rossonera per Stefano Micciché, protagonista assoluto della vittoria odierna. Al 34’ ci prova di nuovo Verna, ma il suo destro fischia a pochi centimetri dal palo. Negli ultimi dieci minuti il Lanciano, in undici contro nove dopo l’espulsione diretta rimediata da Evangelista per un fallaccio su Verna, si "siede sugli allori" e concede molto ai padroni di casa che vanno vicini alla rete prima con la traversa di Maiorani dalla distanza, poi con il destro di Trento su cui si oppone bene Forti. L’Acqua e Sapone trova comunque la rete che riapre i giochi al 46’ ancora con Petito, che trafigge Forti su calcio di rigore concesso per un fallo in mischia a seguito di una punizione. Al 48’ il Lanciano sfiora ancora una volta il goal con Quintiliani che conclude a lato di pochissimo al termine di un bel contropiede.

Finale da cardiopalma e partita emozionante dunque allo “Speziale” di Montesilvano; il Lanciano avanza a sei punti ed ottiene una importantissima vittoria seppur con diverse pecche da colmare, specie in gestione del risultato e fase difensiva, con sette goal subiti in tre partite di campionato. A far da contraltare c’è un attacco che, malgrado le assenze di Di Rocco e Sardella, appare sempre più affiatato partita dopo partita con il tridente Shipple-Micciché-Gragnoli che pare giocare insieme da anni. Non c’è tuttavia il tempo per godersi la vittoria: mercoledì alle 15.00 si torna in campo; al Biondi arriva l’Angizia Luco, un avversario ostico che i rossoneri hanno già affrontato nella Supercoppa dello scorso maggio, il primo assaggio di un'Eccellenza che regala tante, ma davvero tante emozioni.

A&S MONTESILVANO (3-4-1-2): Palena, Marcedula, Di Biase (36’ Erasmi), Zippilli (44’ st D’Agostino), Catenaro, De Fanis (27’ st Evangelista), Colantoni (7’st Mazzocchetti), Maiorani, Petito, Marrone, Selvaggi ( 7’st Trento). A disposizione: Di Muzio, Erasmi, Corvini, Di Lella, Vatavu.

Allenatore: Damiano Cianfagna.

LANCIANO (4-3-3): Forti, Caniglia, De Santis, Verna, Lucarino, Natalini, Micchiché (44’ st Del Bello), Petrone (38’ st Zela E.), Gragnoli (21’ st Polisena), Quintiliani, Shipple (34’ st Minchillo). A disposizione: Di Vincenzo, Boccanera, Ciaccio. F. Malvone, Tidiane.

Allenatore: Giuseppe Di Pasquale.

Reti: Verna 4’ pt, Petito 17’ st, Micciché 26’ st, Micciché 31’ st, Petito (R) 46’st.

Ammoniti: Maiorani, Caniglia, Marrone (x2), Petito, Micciché.

Espulsi: Marrone, Evangelista.

Spettatori: 300 circa.